pubblicato il 11/01/18

Mike George

1 Sfida la storia

Se ti preoccupi abbastanza, poi è probabile che ciò che temi si realizzerà. Ma probabilmente meno del 5% delle nostre preoccupazioni si avvereranno perché si tratta essenzialmente di un ‘pensiero debole’. Ogni volta che ti accorgi che la tua abitudine a preoccuparti sta generando pensieri di preoccupazione, ripetiti questa frasetta per interrompere lo schema mentale e rifocalizzarti: ”Questa storia non si verificherà mai”.

2 Trasforma il buio della preoccupazione nella luce della opportunità

Mettiamo che sei preoccupato di perdere il lavoro. Mettiamo che tutti gli elementi vadano in direzione di un futuro di completa libertà! Visualizza per un momento cosa potresti fare dopo. Quale potrebbe essere il prossimo passo, il passo che vada oltre il lavoro che stai facendo adesso? Vedi te stesso mentre compi quel passo con facilità e con la gioia di imparare dal passaggio ad un nuovo capitolo della tua vita.

3 Fai un falò

Quando facciamo ginnastica bruciamo il grasso e il nostro corpo diventa più leggero. Alla stessa maniera, se ti concedi il tempo di praticare pensieri positivi, ciò brucerà le tue preoccupazioni e ti sentirai più leggero. Comincia con lo scrivere tutte le tue preoccupazioni su un foglio e poi attua una ‘rituale del fuoco’, mandando in fumo tutte le tue preoccupazioni.

4 Smettila di continuare a pagare interessi su un debito che non hai mai fatto

Nota come le tue preoccupazioni ti stiano prosciugando. I pensieri ti stanno succhiando via l’energia vitale. E’ come se un esattore ti chiedesse di saldare un debito che non hai fatto. Smetti di pagare per un debito che non esiste.

5 Esercitati nell’interessamento autentico

Rammenta a te stesso che preoccupazione non è interessamento e poi domandati come sarebbe un vero interessamento. Preoccuparsi è generare paura. Preoccupazione significa paura, non può essere interessamento, perché la paura non è amore, e un interessamento vero è amore in azione. Una volta capito ciò, visualizza come sarebbe un vero interessamento. Invece di inviare pensieri negativi all’oggetto delle tue preoccupazioni, invia pensieri di forza e di amore.

6 Sostituisci il catastrofico con l’anastrofico

Una preoccupazione è la fantasia di una catastrofe. E’ una compulsione al catastrofismo. Invece, pratica l’opposto e cioè l’anastrofismo! Canticchiati ogni giorno la frase della canzone degli ottimisti:” Guardo sempre il lato bello della vita”. E se non conosci la canzone…createne una!

7 Sii onesto con te stesso e ammetti che preoccuparsi è un’emozione egoistica

E poi fa' qualcosa di veramente disinteressato nel contesto di ciò o di chi ti stai preoccupando.

Domanda: Elenca tre cose per le quali ti preoccupi di più. Quali delle sette modalità elencate potrebbero aiutarti a interrompere ognuna delle tre abitudini di preoccupazione?

Riflessione: Preoccuparsi è un modo di fuggire nel futuro allo scopo di evitare il momento presente. Che cosa pensi che stai evitando? Siedi tranquillo e rifletti per capire che cosa la tua intuizione ti dice.

Azione: Impegnati mentalmente questa settimana a non prendere parte ad alcuna ‘conversazione preoccupata’ al lavoro o a casa.

Per iscriversi alla Rajayoga Newsletter mensile e ricevere informazione su corsi di meditazione, eventi, ricette vegetariane e tanto altro, clicca qui:
http://www.rajayoganewsletter.com/newsletter.htm


Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)
*La tua email non sarà pubblicata
Autorizzo il trattamento dei miei dati secondo l'informativa privacy.
Codice di controllo

FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Accetto le condizioni della privacy

Privacy Policy      Cookie Policy