Recensione Articoli

Come fai sentire gli altri?

pubblicato il 01/12/18

 Aruna Ladva

La gente dimenticherà quello che hai detto. La gente dimenticherà quello che hai fatto. Ma non dimenticherà  mai come l'hai fatta sentire.  (Maya Angelou)
Se vuoi che gli altri siano felici, pratica la compassione. Se vuoi essere felice tu, pratica la compassione  (Dalai Lama)

Quante volte ti sei sentito ispirato o ‘sollevato’ in conseguenza di qualcosa che ti è stata detta da qualcuno?
Ma, era veramente quello che ti avevano detto o il sentimento che ti hanno lasciato con la loro presenza e parole?

E ti sei mai fermato per chiederti come fare per rendere gli altri felici? Siamo consapevoli dei sentimenti che abbiamo provato dalle parole e dai comportamenti di alcune persone, ma quanto spesso riflettiamo sull’impatto che abbiamo noi sugli altri?

Gentilezza e ostilità non sono parole, sono sentimenti. Quando torniamo con la memoria alla nostra infanzia, che cosa ci ha lasciato un impatto maggiore? Forse l’incoraggiamento di un insegnante o la presa in giro di un bullo. Tutte le parole sono state spazzate via, eppure quei sentimenti sono rimasti chiusi nella tua anima fino ad oggi.

Si dice spesso che le parole sono solamente il 7% della nostra comunicazione. Il tono, l’intonazione, il linguaggio del corpo, la presenza di una persona e la sua reputazione ecc. ecc. sono altrettanti aspetti che ci parlano contemporaneamente alle parole.

Quando fiumi di persone si accalcano per ascoltare un guru o un leader famoso, non è perché questi vogliono far impressione sulle persone. Questo è un lavoro che hanno già fatto molto tempo prima ed è per questo che i seguaci sono lì: vogliono assorbire di più. E una parola chiave è ‘far impressione’ – l’anima dei seguaci ha ricevuto un’impressione positiva.

Ma come gestiamo le impressioni negative che riceviamo continuamente?

Una donna molto famosa, Eleanor Roosvelt, sosteneva che ‘Nessuno può farti sentire inferiore senza il tuo consenso’.
Quindi si pone la domanda: - è più potente chi effonde il sentimento o chi lo sente? Tendenzialmente mi sento d’accordo con Eleanor!
Nessuno può farci sentire niente perché consciamente o inconsciamente siamo noi che scegliamo come rispondere.

Siamo noi che diamo potere all’altro, concedendogli il nostro cuore perché ne facciano quello che vogliono.

Credo che quando Maya Angelou pronunciò quelle sagge parole, intendesse che noi ci riappropriassimo delle nostre azioni e ci assicurassimo di lasciare sempre dei buoni sentimenti negli altri. E le parole di Eleanor miravano a metterci in guardia nei confronti di ciò che gli altri fanno di noi. Entrambe sono importanti.

L’aura e le nostre azioni parlano più forti delle nostre parole. Un modo per verificarlo potrebbe essere quello di chiedersi: la gente è più felice quando arriviamo o quando ce ne andiamo?
Se in genere diamo sempre rispetto, stima e un buon sentimento, chi è che non vorrebbe starci vicino?
Se invece stiamo sempre a condannare e a criticare, la gente se ne sta alla larga. Se le nostre parole sono dolci ma non lo sono i nostri pensieri, indovina che cosa mieteremo il più delle volte?
Inoltre dobbiamo ricordare che siamo tutti specchi per gli altri. Ciò che vedo negli altri è un riflesso di ciò che è dentro di me. E’ per questo una persona saggia tenderà sempre a vedere il positivo negli altri piuttosto che cercarne i difetti. Ci aiuta ad essere più positivi e ci eleva verso quella visione.

E’ nostro dovere di esseri spirituali scegliere sempre le vibrazioni più elevate, al fine di creare buoni sentimenti e buoni auspici per tutti. A cominciare da noi.
In definitiva è tutta questione di sentimenti. Tutti facciamo quello che facciamo perché vogliamo sentire qualcosa: potere, pace, amore, apprezzamento, stima L’essenza della vita è quella di esprimere e sperimentare i sentimenti più elevati e incoraggianti.

E’ ora…di verificare: le persone sono più felici quando arriviamo o quando ce ne andiamo? Esse non ricorderanno quello che abbiamo detto, ma ricorderanno come le abbiamo fatte sentire: contente o tristi!

Per iscriversi alla Rajayoga Newsletter mensile e ricevere informazione su corsi di meditazione, eventi, ricette vegetariane e tanto altro, clicca qui:
http://www.rajayoganewsletter.com/newsletter.htm



Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)
*La tua email non sarà pubblicata
Autorizzo il trattamento dei miei dati secondo l'informativa privacy.
Codice di controllo

FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Accetto le condizioni della privacy

Privacy Policy      Cookie Policy