Recensione Articoli

Hai sempre sonno?

pubblicato il 04/11/18


Aruna Ladva

Dormire è fantastico! Meraviglioso! Va bene a qualsiasi ora! Tuttavia non è tanto la quantità che è importante, lo è anche la qualità.

È possibile che yoga e meditazione possano esserci di aiuto nel determinare la condizione e la quantità di sonno di cui abbiamo bisogno? Credo di si!

Non è sorprendente che quando dormiamo, è come morire a questo mondo? Passiamo in un altro mondo. Ci dimentichiamo delle cose che accadono intorno a noi. Durante le ore di sonno, stacchiamo la spina e ci isoliamo!
Abbiamo tutti bisogno di dormire ed è il meccanismo grazie al quale il corpo si rinnova e funziona bene.

Quando dormo a sufficienza, mi sento felice e contenta. Ma il sonno può anche essere una metafora per molte cose. Per esempio potremmo essere immersi in un mare di ignoranza, volendo dire che non scegliamo di guardare la verità, oppure che facciamo finta di non vedere le cose che sappiamo non vanno bene.

Per contrasto, è interessante notare che il termine ‘risveglio’ viene usato quando siamo svegli spiritualmente. Quando siamo ‘svegli’ in questo senso, siamo ‘illuminati’ non siamo più nell’oscurità, i nostri occhi sono aperti ad una sensibilità e conoscenza più profondi.

E che dire di quando ci sembra che il sonno metterà a posto ogni cosa una volta che ci saremo addormentati?
Il sonno sistema tutti i nostri problemi per magia?
Stiamo ingannando noi stessi oppure usiamo il sonno come un modo per evitare di affrontare i nostri problemi?

Se ci sentiamo sempre assonnati, o che abbiamo bisogno di molte ore di sonno, oppure che non riusciamo a venir fuori dal letto, allora abbiamo bisogno di verificare se si tratta di stanchezza fisica o di stanchezza mentale. I nostri antenati zappavano la terra e pascolavano il bestiame. Le donne stavano ricurve a raccogliere ortaggi e fare il bucato a mano oltre a tante altre incombenze. Che loro fossero stanche è comprensibile, ma il nostro lavoro fisico è molto ridotto.
Abbiamo tutta una serie di apparecchi che ci facilitano e velocizzano le attività.

Come mai ci sentiamo tanto stanchi e sopraffatti? Forse dobbiamo ricercare che cosa non funziona nella nostra vita, forse abbiamo qualche problema da sistemare oppure dobbiamo eliminare lo stress prima che abbia la meglio e ci faccia dormire per sempre!

Sarebbe saggio esaminare le aree della nostra vita in cui siamo ciechi alla verità di chi siamo. Ecco un elenco di alcuni segnali che siamo ancora spiritualmente addormentati:
• Ignoro i cambiamenti che devono essere avvenire in me.
• Me la prendo con gli altri per tutto.
• Mi aspetto che siano gli altri a mettere a posto il mondo e a risolvere i suoi problemi.
• Non so vedere ciò che di buono e di positivo c’è nelle persone e nelle situazioni intorno a me.
• Non so starmene in silenzio a lungo. Ho sempre bisogno di parlare.
• Sento il bisogno di comunicare ed esprimere le mie necessità, ma non lo faccio.
• Ho timore di fare il primo passo nei confronti di un cambiamento.
• Sono motivata da ego, rabbia e avidità per costruirmi un falso senso di successo.
• Mi vedo ripetere gli stessi modelli negativi in continuazione, ma mi sento incapace di cambiarli.
• Provo pesantezza, fisica e mentale.
• Sono sempre di corsa, perdo l’equilibrio e cado spesso.
• Sono impaziente, irascibile, brusca, litigiosa, inquieta.
• Non so prendere decisioni chiare.
• Mangio per consolarmi.
• Il mio cuore è chiuso e non riesco a condividere amore con gli altri.
• Mi limito a vivere alla giornata – non sento alcuna gioia né entusiasmo.
• Mi sento vuota interiormente.
• Non tengo conto delle mie intuizioni e non le seguo.
• Non mi prendo cura abbastanza del mio corpo e dell’alimentazione.
• Permetto alle persone di prosciugarmi le energie oppure le mie relazioni sono esaurite.
• Voglio, desidero, mi aspetto o spero che gli altri cambino (Così non dovrò farlo io|)
• Mi sento vittima.
• Mi sembra di non conoscere lo scopo della mia vita.
• Non riesco a comunicare con Dio
• Sento di non avere valore.
• Mi sento incapace di risolvere vecchi problemi passati che mi fanno sentire triste e sola, e perciò evito la depressione dormendo.

Tutti i vizi della rabbia, ego, gelosia, attaccamento, lussuria ecc.., fanno dormire l’anima. Possono dare l’illusione di potere e vittoria, e per questo vi siamo attaccati, ma i sentimenti durano poco, sono vuoti e superficiali. Si tratta di un altro genere di sonno, abbiamo gli occhi bendati in modo da non vedere Maya, l’illusione. Una volta svegli, dobbiamo rimanere svegli.

Essere svegli vuol dire essere felici, gioiosi, allegri ed entusiasti della vita. Se ricordi la storia di Sansone e Dalila, fu quando Dalila indusse al sonno il possente Sansone, che lei fu capace di ‘tagliargli’ tutte le sue energie! Quindi abbiamo bisogno di rimanere svegli ed attenti continuamente. I ladri possono venire in qualsiasi momento a portarci via i nostri poteri. Se il guardiano si addormenta, il furto è inevitabile!

“Non andare mai a dormire senza una richiesta al tuo inconscio”. - Thomas Edison

Più meditiamo meglio siamo capaci di gestire i nostri pensieri. Questo vuol dire che abbiamo pochi pensieri inutili e più pensieri potenti, e perciò perdiamo meno energia. Di conseguenza siamo meno stanchi, e abbiamo bisogno di meno ore di sonno. Perciò, se riusciamo a diventare emotivamente forti attraverso la meditazione, avremo sicuramente bisogno di un numero minore di ore di sonno.

Sarebbe bene andare a letto dopo una breve meditazione in modo da ripulirsi dello stress della giornata e dormire tranquillamente. Scrivi qualcosa sulla tua giornata, parla a Dio, cerca di metterti in pace. Addormentati con pensieri di gratitudine e benessere, e delle aspettative positive di come vorresti che fosse il nuovo giorno. La mente inconscia lo elaborerà durante la notte e ti sveglierai fresca e felice.

Al risveglio, rinnova i pensieri della notte precedente e comincia la giornata ben predisposta alle nuove meravigliose possibilità.

È Ora… di svegliarsi dal sonno profondo dell’ignoranza. Focalizzati sulla verità, la luce e la positività. E, una volta sveglia, guardati dai ladri dei sonno, per non cadere in uno stato di profondo torpore.

Per iscriversi alla Rajayoga Newsletter mensile e ricevere informazione su corsi di meditazione, eventi, ricette vegetariane e tanto altro, clicca qui:
http://www.rajayoganewsletter.com/newsletter.htm

Precedente | Successivo

Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)
*La tua email non sarà pubblicata
Autorizzo il trattamento dei miei dati secondo l'informativa privacy.
Codice di controllo

FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Accetto le condizioni della privacy

Privacy Policy      Cookie Policy