Perle di saggezza

Il linguaggio dell'amore

pubblicato il 19/11/14


Non saprei come gestire un collega pesante, senza avere leggerezza.
Non saprei come affrontare un aggressivo senza aver sviluppato dentro il linguaggio dell'amore che mi fa ripetere un mantra importante nella mente: io sono amore e questo è ciò che condivido. Così i tasselli del puzzle vanno al loro posto.

Le circostante vengono a testare quanto io sia pronta all'esame e se lo passo non tornerà più. Quando obiettiamo è come se dicessimo: "ma perché non sei perfetto".

La memoria più antica, racchiusa in qualche cassetto della nostra esperienza eterna, ci fa agire in modo irrazionale. Ma se voglio essere migliore e se voglio un mondo migliore, la prima mossa è la mia, il cambiamento inizia da me.
La Brahma Kumaris ha un motto: quando io cambio il mondo cambia!
Così imparo il linguaggio dell’amore, verso me stessa e quindi verso il mondo.

Pratica di non pensare al collega per una settimana. Pensa a te.  Non lavorare sul distacco dalle sue paturnie, ma lavora sull'amore che puoi imparare a dare a te stessa. Prova, e se funziona, ripetilo anche la settimana dopo.

Per iscriversi alla Rajayoga Newsletter mensile e ricevere informazione su corsi, eventi, ricette vegetariane e tanto altro, clicca qui
http://www.rajayoganewsletter.com/newsletter.htm


Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)
*La tua email non sarà pubblicata
Autorizzo il trattamento dei miei dati secondo l'informativa privacy.
Codice di controllo

FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Accetto le condizioni della privacy

Privacy Policy      Cookie Policy