Storie Spirituali

La mongolfiera - Il topolino

pubblicato il 06/11/09

La mongolfiera

Un uomo sta volando in una mongolfiera quando nota che non sa dov'è, si è perso. Nota che c'è qualcuno giù per terra, e gli grida:
"Mi scusi, mi potrebbe aiutare? Ho promesso a un mio amico di incontrarlo fra un'ora, ma mi sono perso."

L'uomo sulla terra risponde: "Sei su una mongolfiera, stai volando a 300 piedi sopra la terra, fra 40 e 41 gradi a nord, e 59 e 60 gradi a ovest."

L'uomo sulla mongolfiera grida in risposta: - "Tu devi essere un ingegnere!" "Corretto," risponde l'uomo sulla terra, "Come l'hai dedotto?" "Beh," dice l'uomo sulla mongolfiera, "tutta l'informazione che mi hai dato in teoria è giusta, ma non so di che farne! Di fatto io sono ancora perso!

Non mi sei stato di grande aiuto."

E così l'ingegnere risponde, "Tu devi essere un manager!" "Giusto, come hai fatto a saperlo?", dice l'uomo sulla mongolfiera. "Vedi," risponde l'ingegnere, "non sai dove sei né dove stai andando. Sei arrivato dove stai ora semplicemente grazie all'aria calda. Hai fatto una promessa e non sai come mantenerla e vuoi che io risolva il problema. In effetti, stai nella stessa posizione di prima, solo che ora è colpa mia."

Il topolino


Attraverso il buchino del muro il topolino guardava il contadino e la moglie che stavano aprendo un pacchetto.
"Che cibo ci sarà?" - si chiedeva il topolino che rimase sconvolto nel vedere che era una trappola per topi. Il topolino fece il giro della fattoria avvisando tutti: - "C'è una trappola per topi in casa! C'è una trappola per topi in casa!"

Il pollo alzò la testa e disse: "Signor Topo, capisco che è una cosa grave per te, ma non mi riguarda. Non mi preoccupa affatto."

Il topolino andò dal maiale dicendogli, "C'è la trappola per topi in casa! C'è la trappola per topi in casa!" Il maiale con empatia disse: -"mi dispiace molto, Signor Topo, ma non c'è nulla che io possa fare, eccetto pregare.Ti assicuro che sarai fra le mie preghiere."

Il topolino allora andò dalla mucca: -"C'è una trappola per topi in casa! C'è una trappola per topi in casa!" La mucca disse, "Ohh.. Sig. Topo, mi dispiace per te ma a me non disturba."

Quindi, il topolino tornò in casa, con la testa bassa, molto scoraggiato, per affrontare da solo la fatidica trappola. Durante la notte sentirono uno strano rumore che echeggiò per la casa, come quello di una trappola che afferra la sua preda.
La moglie del contadino si alzò subito per vedere cosa avrebbe trovato nella
trappola. Nel buio, non vide che era un serpente velenoso con la coda bloccata nella trappola.
Il serpente morsicò la moglie del contadino che dovette portarla d'urgenza all'ospedale, con la febbre alta.

Come molti sanno, nella cultura contadina, la febbre si cura con una zuppa di pollo fresco, quindi il contadino con il suo coltellone uscì nel pollaio per rifornirsi con l'ingrediente principale della zuppa.

La malattia della moglie però non passava e così tanti amici vennero a trovarla per starle vicino. La casa era piena e per nutrire tutti, il contadino dovette macellare il maiale.
Ben presto la moglie morì e tanta tanta gente venne al suo funerale tanto che il contadino dovette macellare la mucca per offrire il pranzo a tutti.

Il topolino dal buchino del muro guardò il tutto con grande tristezza.

La prossima volta che sentite che qualcuno sta affrontando un qualche problema e pensate che non vi riguardi, ricordate che quando uno di noi viene colpito, siamo tutti a rischio.
Siamo tutti coinvolti in questo viaggio chiamato vita. Prendersi cura gli uni degli altri è un modo per incoraggiarci e sostenerci a vicenda.

Per iscriversi alla Rajayoga Newsletter mensile e ricevere informazione su corsi, eventi,  ricette vegetariane e tanto altro, clicca qui

http://www.rajayoganewsletter.com/newsletter.htm


Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)
*La tua email non sarà pubblicata
Autorizzo il trattamento dei miei dati secondo l'informativa privacy.
Codice di controllo

FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Accetto le condizioni della privacy

Privacy Policy      Cookie Policy