Storie Spirituali

L'innocenza del bambino

pubblicato il 08/04/09



INNOCENZA DEL BAMBINO

Una ragazzina ogni giorno andava e tornava a piedi da scuola. Una mattina però il tempo era incerto e si stavano formando grosse nubi, lei comunque fece il suo cammino giornaliero verso la scuola. Nel pomeriggio si alzò un forte vento, con tuoni e fulmini che tagliavano il cielo.

La madre della ragazzina si preoccupò che sua figlia poteva impaurirsi nel tornare da scuola; aveva paura che la tempesta potesse colpirla.

Quindi andò velocemente alla macchina e guidò verso la scuola.

Mentre guidava, vide sua figlia che tornava a piedi. Ma ad ogni lampo e fulmine, la ragazzina si fermava, guardava in alto e sorrideva.
Velocemente un fulmine seguiva l'altro, ciascuno con l'arresto del cammino della ragazzina che guardava in alto e sorrideva.

Finalmente la madre chiese a sua figlia, ma che cosa stai facendo?
La bambina sorridendo rispose, "E' che Dio continua a farmi delle foto!"

Riflessione:
La nostra mente dovrebbe essere così bella e così chiara che Dio stesso vorrebbe visitarla.


SORRIDI...

Preoccupato quando il miglior lavoratore della ditta non arriva, il capo lo chiama a casa. Al telefono risponde un bambino allegro. "E' a casa tuo papà" gli chiede il capo.
"Sì" "Gli posso parlare?" "No".
"Posso parlare con tua mamma?" "No. Sta con la polizia."
Spaventato il capo dice, "Mamma mia! Beh, allora posso parlare con la polizia?" "No. E' occupata, parla con l'uomo dell'elicottero che fa entrare il gruppo dei ricercatori.
"Oddio!" Dice il capo, ora veramente preoccupato. "Che cosa stanno cercando?" "Me," ride il bambino.

Tre ragazzini si stanno vantando su i loro padri. "Mio papà può sparare una freccia e raggiungere il bersaglio prima della freccia." "Beh, mio papà è un cacciatore e può sparare dal suo fucile e arrivarci prima della pallottola." "Questo è niente," dice il terzo ragazzino. "Mio papà lavora per il governo. Lui smette di lavorare alle 4.30 e arriva a casa per le 3.45."

"Signor Clark, ho studiato molto questo caso," dice il giudice dei divorzi," e ho deciso di dare a tua moglie 200 euro alla settimana."
"Mi sembra molto giusto, signor giudice," dice il marito. "E ogni tanto proverò anch'io a mandarle qualche euro."

Un leader del partito dell'opposizione stava procurando dei voti in un incontro prima delle elezioni. "Fratelli e sorelle, questa volta dovreste votare per il mio partito. Il partito regnante vi ha ingannato per tanti anni. Ora è il momento di dare la chance a noi."

Per iscriversi alla Rajayoga Newsletter mensile e ricevere informazione su corsi, eventi,  ricette vegetariane e tanto altro, clicca qui

http://www.rajayoganewsletter.com/newsletter.htm

Precedente | Successivo

Commenti

Icona utente cris il 28/10/14
solo grazie. a volte un sorriso è una pietra rara e preziosa

Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)
*La tua email non sarà pubblicata
Autorizzo il trattamento dei miei dati secondo l'informativa privacy.
Codice di controllo

FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Accetto le condizioni della privacy

Privacy Policy      Cookie Policy