Perle di saggezza

Rallenta e Smettila di Correre

pubblicato il 31/01/13

 

Nel folle mondo odierno è facile sprecare molto tempo correndo da A a B, per scoprire che quei pochi secondi affrettati non fanno una grande differenza nella nostra giornata. Correre in giro senza neanche un minuto da perdere è diventata una necessità e persino una dipendenza. Nella nostra ricerca di velocità, perdiamo la pace nell’anima e creiamo scariche non giustificate di adrenalina nel corpo, il che affatica solamente i muscoli e ci fa sentire più stanchi che produttivi. Imparare a rallentare è la chiave per essere più efficienti!

Immagina un mondo nel quale ognuno rallenti appena un po’ – automobilisti, motociclisti, casalinghe ed executives. Tanto per cominciare vi sarebbero pochissimi incidenti! Lasciar il passo agli altri con grazia potrebbe significare arrivare al massimo con qualche minuto di ritardo. E’ veramente così importante guadagnare pochi secondi a spese della tua salute e della tua pressione sanguigna? Immagina di vivere con un ritmo più lento e di goderti il momento invece di arrabattarti sempre e con frenesia verso quello che viene dopo.

Molto spesso saltiamo da un’azione alla successiva e dimentichiamo che cosa abbiamo appena fatto o da quale direzione siamo appena arrivati. Siamo così persi nell’azione da perdere la consapevolezza di tutto ciò che ci sta intorno e di conseguenza perdiamo l’esperienza del momento, Quindi non abbiamo tempo per fermarci, ‘annusare le rose’ o goderci il momento!

Ci creiamo un circolo vizioso. Ci ritroviamo a correre dietro al tempo, e nella fretta, commettiamo errori, realizziamo poco e perciò abbiamo bisogno di più tempo per fare le cose che dobbiamo fare!

La chiave per spezzare questo circolo vizioso è quella di fare resistenza proprio al pensiero della fretta. Rallentare significa entrare nel momento presente, essere vigili, coscienti e consapevoli. Poi, diventando più focalizzati, possiamo far riferimento ai nostri poteri interiori ed essere più capaci di discernere e decidere. Invece di reagire e basta possiamo scegliere le risposte più appropriate. E’ un cambiamento di comportamento dal sentirsi fuori controllo all’essere padroni.

E quando, alla fine della giornata ci sediamo per riflettere, saremo contenti e in pace, sapendo che ogni minuto è stato speso in modo utile con il maggior beneficio. In questo modo riusciamo ad onorare i nostri compiti e impegni quotidiani, veleggiando attraverso di essi con leggerezza e facilità.

L’esempio della tartaruga e della lepre è eccellente – chi va adagio va sano e va lontano!

E’ ora…di pensare prima di pensare, di pensare prima di parlare e di pensare prima di agire. Prendersi un pò di tempo per essere più attenti ci permetterà di avere maggiori benefici a lungo termine. Sii come la tartaruga, padrone e libero di ritirati nel tuo ‘guscio’.   

Per iscriversi alla Rajayoga Newsletter mensile e ricevere informazione su corsi, eventi, ricette vegetariane e tanto altro, clicca qui

http://www.rajayoganewsletter.com/newsletter.htm


Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)
*La tua email non sarà pubblicata
Autorizzo il trattamento dei miei dati secondo l'informativa privacy.
Codice di controllo

FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Accetto le condizioni della privacy

Privacy Policy      Cookie Policy