Per un cambiamento positivo

Uno dei nostri bisogni più profondi.....

pubblicato il 20/12/18

Quando due persone, che vivono entrambe nella parte superficiale della vita si incontrano, lo scambio e la conversazione, sono superficiali, a volte del tutto privi di significato.
Dentro ognuno di noi c'è una voce, un desiderio, una chiamata alla profondità. E' il nostro cuore, ci ricorda di visitare, esplorare ed esprimere la profondità del nostro sè.
Ognuno ha una profondità ma confonde il cuore con l'emozione, e dimentica che l'emozione è il risultato dell'esserci avvicinati troppo agli eventi sulla superficie.
Così uno dei nostri bisogni più profondi, che è quello di andare in profondità, è raramente soddisfatto.
Andare in profondità e starci richiede del tempo trascorso in solitudine, alcuni periodi di introversione e un dialogo con noi stessi.
Solo così riusciremo a scoprire ciò che è in fondo all'oceano; andando lì, nella profondità e accendendo una luce è come se guardassimo attraverso la lente di una macchina fotografica.
I risultati sono immagini di profondità.
Qui sulla terra non potremo mai vedere ciò che è nel nostro cuore a meno che non ci immergiamo nel profondo, accendiamo la luce e guardiano.
Coloro che lo faranno vi diranno che cambia tutto.
Che cosa vedono?
Semplice, solo la bellezza e la verità. Sono sempre lì, in attesa di tornare per noi. In attesa di darci il benvenuto e di presentarci a noi stessi.

Per iscriversi alla Rajayoga Newsletter mensile e ricevere informazione su corsi di meditazione, eventi, ricette vegetariane e tanto altro, clicca qui:
http://www.rajayoganewsletter.com/newsletter.htm


Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)
*La tua email non sarà pubblicata
Autorizzo il trattamento dei miei dati secondo l'informativa privacy.
Codice di controllo

FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Iscriviti alla Newsletter

Privacy Policy      Cookie Policy