Storie Spirituali

Uno può fare la differenza

pubblicato il 21/08/09



Uno puo fare la differenza

C'era uno scrittore che andava al mare per scrivere. Aveva l'abitudine di camminare per la spiaggia prima di iniziare il lavoro. Un giorno, sulla riva, vide una figura umana che si muoveva come un ballerino. Incuriosito, iniziò a camminare più velocemente per raggiungerlo.

Mentre si avvicinava, vide che era un giovane uomo e che non stava ballando. Ma raccoglieva qualcosa e con cura lo gettava nel mare.

Chiese al giovane che cosa stava facendo, e lui gli rispose che stava buttando i pesci a stella nel mare. Quando gli chiese perché lo stava facendo rispose che stava venendo la bassa marea e che se non li lanciava nel mare sarebbero morti.

Lo scrittore disse: "giovane, non hai capito che ci sono miglia e miglia di spiaggia, e pesci a stella ovunque. Non è possibile che riesci a fare alcuna differenza!"

Il giovane ascoltava, poi si piegò, prese un altro pesce a stella, lo lanciò nel mare, e disse: "ha fatto differenza per lui."

Tutti noi abbiamo il dono della capacità di fare la differenza. Una volta consapevoli di questo dono, possiamo ottenere il potere di formare il futuro attraverso la forza della nostra visione.

I soldi non possono comprare la contentezza

Un giorno un pescatore era sdraiato su una bella spiaggia, con la sua canna da pesca piantata nella sabbia e l'amo in mezzo al blu. Si stava godendo il calore del sole pomeridiano e la prospettiva di afferrare un pesce.

In quel momento arrivò un uomo d'affari camminando giù per la spiaggia, cercava di rilassarsi dopo un giorno lavorativo molto stressante. Notò il pescatore seduto e decise di scoprire perché non lavorava più duramente per il suo sostentamento. "In questo modo non pescherai molto," diceva l'uomo d'affari. "Dovresti lavorare più seriamente piuttosto che stare sdraiato così sulla spiaggia!"

Il pescatore sorrise e rispose, "E quale sarà la ricompensa?"

"Beh, potrai avere delle reti da pesca più grandi e così pescherai di più!" "E poi?" chiese il pescatore sorridendo. L'uomo d'affari rispose, "Guadagnerai dei soldi e comprerai una barca e pescherai ancora di più!" "E poi?" chiese il pescatore.

L'uomo d'affari iniziava a irritarsi un po', "Potrai comprare una barca ancora più grande, e assumere della gente che lavorerà per te!" disse.

"E poi?" rispose il pescatore.

L'uomo d'affari si stava arrabbiando. "Non capisci? Potrai comprare una flotta di barche di pesca, e i tuoi impiegati pescheranno per te!" Di nuovo il pescatore chiese, "E poi che cosa?"

L'uomo d'affari ormai rosso dalla rabbia gli urlò "Potrai diventare così ricco che non dovrai mai più lavorare per mantenerti! Potrai trascorrere il resto della tua vita seduto su una spiaggia, guardando il tramonto. Non avrai preoccupazioni per nulla al mondo!"

Il pescatore, ancora sorridendo disse, "E io che cosa pensi che stia facendo ora?"

Per iscriversi alla Rajayoga Newsletter mensile e ricevere informazione su corsi, eventi,  ricette vegetariane e tanto altro, clicca qui

http://www.rajayoganewsletter.com/newsletter.htm


Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)
*La tua email non sarà pubblicata
Autorizzo il trattamento dei miei dati secondo l'informativa privacy.
Codice di controllo

FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Accetto le condizioni della privacy

Privacy Policy      Cookie Policy