pubblicato il 30/06/24

Aruna Lavda

"Quando ho iniziato a contare le mie benedizioni, tutta la mia vita ha cambiato direzione." - Willie Nelson

Sono grata per il sole e per la luce e il calore che il sole fornisce. Se non c’è il sole, sono grata per le nuvole che ci danno la pioggia e ci permettono di coltivare il nostro cibo.

Sono grata per il pezzo di erba davanti a casa mia o dietro di essa. Se non c’è erba, allora sono grata per l’albero solitario. Se non c’è un albero, sono grata alla pavimentazione in cemento che mi aiuta a camminare con facilità su un terreno irregolare.

Sono grata al regno animale, per i merli e i corvi che cantano, per i cani che abbaiano e i gatti che miagolano. Tutto mi mostra come godermi la vita. Gli animali esprimono i loro sentimenti nel modo che conoscono…e io? Come voglio esprimermi? Se gli animali si sedessero ad ascoltare noi umani, quale suono sentirebbero?

Sono grata per tutto il cibo nel mio piatto. Se non c'è cibo, allora è un ottimo momento per digiunare e rallentare il sistema, per permettere al mio corpo di riposare e guarire. E se non mangio cibo per qualche giorno, allora ho la possibilità di battere il record ed entrare nel Guinness dei primati!
Se c’è del cibo, ma non quello che mi piace, allora posso smettere di essere pignolo e apprezzare quello che ho. Posso essere grata per quello che ricevo e che mi nutre. Ci sono molti che patiscono la fame. Dedica loro un pensiero e una preghiera.

La gratitudine è l’intenzione di contare le tue benedizioni ogni giorno, ogni minuto, evitando, quando possibile, la convinzione di aver bisogno o di meritare circostanze diverse”.

Sono grata ai miei genitori che hanno fatto del loro meglio per educare me e i miei fratelli, anche senza un manuale per genitori! Essere genitori è come entrare in un territorio sconosciuto, è un esperimento per ogni genitore e sono sempre più saggi dopo l'evento... non durante!
Se non abbiamo genitori, allora siamo grati che la vita ci stia insegnando a stare in piedi con le nostre gambe. Essere indipendenti emotivamente e finanziariamente e vivere la vita alle nostre condizioni è una grande lezione di maturità.

Sono grata per la mia buona salute. Ringrazio ogni parte del corpo per il lavoro che fa! Adoro che gli occhi, le orecchie, le braccia e le gambe funzionino, forse non in modo ottimale ma funzionano, e se non lo fanno, allora c'è una lezione da imparare. Se sono su una sedia a rotelle, è per rallentarmi, per prendere la vita sulla corsia lenta. Coloro che attraversano la vita lentamente “vedono” di più e apprezzano di più, hanno tempo per fermarsi e apprezzare tutte le meraviglie che offre la natura.

Sono grata per tutto il potere finanziario a mia disposizione, mi dà libertà e scelta. Mi permette di poter comprare cose che mi semplifichino la vita. Se però non ci sono abbastanza soldi, allora va bene lo stesso perché questo stimola la mente e l’intelletto a diventare più creativi e intraprendenti.
Non solo, più allunghiamo l'emisfero destro, più a lungo viviamo. Quindi, potremmo vivere più a lungo come persone povere, e cosa è più importante: il denaro o la vita?

Più esprimiamo la nostra gratitudine a Dio per le nostre benedizioni, più Egli ci farà venire in mente altre benedizioni. Quanto più siamo consapevoli di essere grati, tanto più felici diventiamo”.
- Ezra Taft Benson

Sono grata di poter cantare e ballare, di poter sperimentare il dono del movimento. Sono grato di poter camminare, parlare e di poter capire e parlare una lingua e di avere la capacità di comunicare. So contare, posso ridere e il mio viso ha muscoli che mi permettono di sorridere!

Sono grata di avere dei vestiti addosso. Ho amici e famiglia. Sono libera di viaggiare, sono indipendente e la mia mente è mia. Sono libera.

Voglio sottolineare che è bene apprezzare le piccole cose della vita. Tendiamo ad apprezzare qualcosa una volta che è andato perduto. Ora è il momento di apprezzare tutte le cose belle della vita. Non è necessario che le cose siano grandi per essere grati. Si tratta davvero di imparare a contare le nostre benedizioni.
Se rimaniamo positivi, rimaniamo padroni della nostra vita.

"Il segreto della felicità è contare le proprie benedizioni mentre gli altri sommano i loro problemi." -
William Penn

È tempo... di ricordare che la vita non cospira contro di te, la vita che cospira per te.

Per iscriversi alla Rajayoga Newsletter mensile e ricevere informazione su corsi di meditazione, eventi, ricette vegetariane e tanto altro, clicca qui:
http://www.rajayoganewsletter.com/newsletter.htm

Precedente | Successivo

Commenti

Icona utente angela il 15/07/24
E' un messaggio meraviglioso che cerco di mettere in atto ogni giorno, ogni volta che mi affiora una lamentela cerco di realizzare cosa sarebbe se non avessi tutte le benedizioni che ho! In primis un corpo che funziona ed assolve ad ogni sua funzione. Nulla è scontato. Grazie

Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)
*La tua email non sarà pubblicata
Autorizzo il trattamento dei miei dati secondo l'informativa privacy.
Codice di controllo

FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Iscriviti alla Newsletter

Privacy Policy      Cookie Policy