Recensione Articoli

Vuoi amore o comprensione?

pubblicato il 04/07/21


Aruna Ladva

Tutti vogliamo essere amati, chi non lo vuole?

L'amore non significa sempre volere un abbraccio... ma per gli uomini l'amore può
essere più una questione di apprezzamento e rispetto.

Per i giovani l'amore può significare accettazione e avere la comprensione degli
amici; per gli aiutanti in casa basterebbe un semplice e cortese riconoscimento.

L'amore ha molte forme ma la domanda è: dovremmo elemosinare amore?
Senza saperlo, forse stiamo cercando l'amore in tutte le aree tranne che nel nostro
essere interiore!

Quando facciamo qualcosa di buono, potremmo volere un ringraziamento o una
lode oppure quando aiutiamo qualcuno, talvolta ci aspettiamo un ritorno.
Allora stavamo dando in modo disinteressato o no?

Il segreto per ricevere amore, nella mia esperienza, è non VOLERE affatto amore.
Potresti chiederti: come è possibile?
Quando vogliamo qualcosa, non significa forse avere dei desideri e qualche mancanza?

Stiamo infatti solo affermando l'assenza di qualcosa. È facile vederlo quando vogliamo "cose", come un'auto o un bel vestito che qualcun altro indossa e noi
continuiamo a guardarlo! O quando vediamo che qualcuno sta vivendo una vita più decorosa della nostra e vorremmo conoscere il loro segreto.

Quando siamo vuoti, daremo automaticamente l’impressione di voler qualcosa, proprio come una persona che ha fame e i suoi occhi continuano a cadere su quella
pasta e quella pizza!
E poi cosa fa il fornaio di buon cuore? Dopo aver visto la persona affamata e "povera", gli porge semplicemente un pezzo di torta!

Quando l'anima è vuota, allora diventa inquieta, si dice infatti che un vaso vuoto fa più rumore. Ma la nostra supplica è silenziosa e inconscia, è un chiedere amore,
aiuto, comprensione o simpatia... o qualsiasi forma di attenzione! E quando arriviamo a questo livello le persone sono disposte a darci qualcosa ma il dono è
confezionato con pietà e misericordia.

Quando invece siamo pieni di luce, felicità, gioia ed entusiasmo, allora l'anima non cerca né pretende. Al contrario, siamo in grado di dare agli altri molte volte e il
ritorno di questo è puro amore e auguri dal cuore di tutti.

Quindi torniamo alla domanda: come possiamo riempirci d'amore?
Siediti in meditazione e concentrati su te stesso. Quante volte ti siedi con te stesso e parli con
"te" l'anima?

In effetti ti conosci?
Impara ad amare tutto di te stesso... Fallo diligentemente, direi per 30 minuti al giorno. Questo per apprezzarsi e, anche se all'inizio sembra ego, praticalo comunque e sarai in grado di sintonizzarti con la parte migliore del sé.

Inizia ad ascoltare la tua coscienza e intuizione e avrai un'idea più chiara di cosa sia il vero rispetto di te stesso, che è davvero il rispetto dell'anima, e sarai rapidamente in grado di identificare dove l'ego è al lavoro.

Inizia ad AMARE TE STESSO... nel modo giusto, e gli altri inizieranno automaticamente ad amarti.

È tempo... di riempire l'anima di amore e compassione.


Per iscriversi alla Rajayoga Newsletter mensile e ricevere informazione su corsi di meditazione, eventi, ricette vegetariane e tanto altro, clicca qui:
http://www.rajayoganewsletter.com/newsletter.htm

Precedente | Successivo

Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)
*La tua email non sarà pubblicata
Autorizzo il trattamento dei miei dati secondo l'informativa privacy.
Codice di controllo

FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Iscriviti alla Newsletter

Privacy Policy      Cookie Policy