Per un cambiamento positivo

Grandi rimorsi di coscienza...

pubblicato il 05/12/20

Abbiamo l'abitudine di rivangare il passato coltivando, più o meno consciamente, grandi rimorsi di coscienza, perché tutti abbiamo sbagliato.
O c'è qualcuno che non ha mai sbagliato?
L'errore può essere un ottimo trampolino per una crescita interiore.

Guardare il passato è un po' come seppellirsi sotto il peso di ricordi che rendono faticoso il procedere e mantengono aperte le ferite che vorrebbero invece riemarginarsi.
Guardare avanti significa capire che tutto quello che è successo è stato un training, un percorso di formazione che la vita stessa ci ha offerto.
È un modo saggio di vedere la propria storia di vita.

Tutto quello che ho vissuto sino ad ora mi ha formato per essere quello che sono oggi e se oggi io faccio delle scelte specifiche e promuovo determinate attività è perché ieri ho avuto questa formazione. Oltre alla tipica formazione (accademica o altro), la vita stessa ci forma.
Esperienze belle o brutte, compartecipano in un modo o nell'altro a costituire il nostro bagaglio di esperienza e a renderci oggi in grado di capire cose che altrimenti non avremmo capito o di fare cose che forse non avremmo saputo fare. Perciò potremmo ringraziare il nostro passato.

Quindi fatevi questo regalo oggi: mettete un punto finale al passato, con un grande senso di quiete e di superamento.
Se ho sbagliato avrò le mie conseguenze, ma oggi non voglio fossilizzarmi nel pensare a quello che non ha funzionato.
Posso pensare a ciò che ha funzionato e farlo di più, ottimizzo quello che sono, quello che so e quello che ho.

Per iscriversi alla Rajayoga Newsletter mensile e ricevere informazione su corsi di meditazione, eventi, ricette vegetariane e tanto altro, clicca qui:
http://www.rajayoganewsletter.com/newsletter.htm


Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)
*La tua email non sarà pubblicata
Autorizzo il trattamento dei miei dati secondo l'informativa privacy.
Codice di controllo

FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Iscriviti alla Newsletter

Privacy Policy      Cookie Policy