Recensione Articoli

Gratitudine

pubblicato il 21/04/20



Aruna Ladva

Non sono le persone felici ad essere grate. Sono le persone grate ad essere felici.

Recentemente mi sono improvvisamente trovata immersa nell’oscurità per alcune ore e ho poi scoperto più tardi che un cavo dell’elettricità si era rotto e aveva messo fuori uso gli impianti elettrici di tutta la zona. Era una sera d’inverno e perciò era importante avere un po’ di luce e di riscaldamento. Avrei anche voluto prepararmi un tè. Preparare la cena e lavorare un po’ con internet, ma era assolutamente impensabile! Di ritorno dal Kuwait mi aspettavo che tutto fosse ‘normale’, ma scoprii che non c’era acqua corrente perché la pompa si era rotta e il serbatoio non era stato riempito. Era una duplice lezione che mi veniva dalla ‘vita’ per ricordarmi quanto poco apprezziamo qualcosa - fino a quando non c’è più!

Ed un’altra lezione interessante fu…che benché sapessi che non c’era acqua e neanche elettricità, io continuavo ad ‘accendere ‘ le luci e ad ‘aprire ‘ i rubinetti! È come se la mente si rifiutasse di accettare la realtà della situazione. È solo per dimostrare quanto diamo per scontate certe cose e quanto siamo sicuri che le cose saranno sempre a nostra disposizione.

Questi contrattempi mi indussero a chiedermi: Apprezzo le altre cose della mia vita? Acqua corrente ed elettricità sono importanti nelle nostre vite privilegiate moderne, e che ne è dell’abilità del camminare e del muoversi in libertà senza dolori né sforzi? Oppure poter vedere il mondo con i nostri meravigliosi occhi? Oppure udire il mondo fuori dalla finestra?

Queste cose sono così naturali per noi che non ci facciamo neanche caso fino a quando ci verranno a mancare. Solo allora ce ne lamentiamo.

Quando cominciamo ad apprezzare la bellezza e la ricchezza dei tesori che sono davanti e intorno a noi, allora la vita assume un altro e più profondo significato. Vi sono così tanti aspetti della natura da apprezzare. Se ti è possibile vedere dell’erba verde e qualche uccellino che vola e canta, sei fortunato – non tutti hanno questo privilegio. Anche sentire lo scroscio di un fiume. E ancora di più se puoi immergervi i piedi!

Cambiare il modo di osservare il mondo intorno a noi ci cambierà e cambierà il nostro mondo! Tutto comincia con l’apprezzare le piccole cose.

C’è una persona che ogni giorno chiama il nostro centro di meditazione dalla prigione. E’ dentro da due anni, e non è passato un giorno senza che abbia chiamato per parlare e scambiare pensieri positivi. Se capita a me di rispondere alla sua chiamata, ciò mi rende così grata per la libertà di movimento che ho. Lo ammiro molto perché rimane felice e positivo. Passa i pensieri positivi agli altri compagni di prigione e crea gruppi di discussione motivazionale! È fantastico! È riuscito a trasformare una situazione negativa in positiva solo per merito della sua gratitudine per ciò che ha.

Possiamo anche essere grati per tutti i caratteri che incontriamo nella nostra vita: i buoni, i cattivi e i brutti. Ognuno ci insegna qualcosa. Non si tratta di ringraziare ogni persona per ogni singola cosa…ma è già sufficiente saper coltivare una coscienza di gratitudine. E’ una condizione mentale, un modo d’essere, un modo di pensare. Per esempio se sei bloccato in una fila, puoi essere grato per l’opportunità di godere di qualche momento di tranquillità.

Uno scrittore, Steven Covey disse: “Noi vediamo il mondo non come è, ma come siamo noi…”

Con tutto ciò che sembra agire contro di noi nel mondo e con tante notizie negative, abbiamo veramente bisogno di fare un elenco delle cose buone che abbiamo nella nostra vita se vogliamo rimanere sani di mente e felici. Quando siamo positivi, cominciamo ad inviare energia positiva nel mondo, ed essa ci ritorna indietro come un boomerang. L’universo risponde dicendo: mandala a questo o a quella, l’apprezzerà e ne terrà conto!

E’ Ora… di coltivare un atteggiamento di gratitudine…e osservare che cosa l’universo ci riserva!  

Per iscriversi alla Rajayoga Newsletter mensile e ricevere informazione su corsi di meditazione, eventi, ricette vegetariane e tanto altro, clicca qui:
http://www.rajayoganewsletter.com/newsletter.htm


Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)
*La tua email non sarà pubblicata
Autorizzo il trattamento dei miei dati secondo l'informativa privacy.
Codice di controllo

FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Iscriviti alla Newsletter

Privacy Policy      Cookie Policy